Fabriano dimenticata
Clicca sulle foto per ingrandire

Ponte dell'Ačra

(Foto concesse dalla Biblioteca Comunale. Collocazione 1H2    IH 2/1 - 8  Vol.1 fondo Icilio Bocci)
Il ponte dell''Ačra, oggi  non  č  piů  visibile  a causa della copertura del fiume Giano. Il Vasari  lo
 attribuě a Bernardo Rossellini ( sec. XV ), ma č certamente  anteriore . Il  ponte  č  costituito  da
 poderose  volte impostate  al  centro  su un  unico  pilastro  rostrato, congiungeva  le  due sponde  del 
fiume, a  destra Castelvecchio  e  Poggio  e  a  sinistra l''ampia  borgata  che  allora  si andava 
delimitando  e  prese  appunto il  nome  di  Borgo .  Il  nome Ačra  forse  deriva  dall''errata pronuncia 
della  parola  latina  aera = metalli,  infatti  sul  ponte , menzionata anche  negli  antichi  statuti  del 
Comune, esisteva  l ' officina  di  un fabbro , forse  il  Mastro Marino  della legenda.



 

       

Acqedotto Romano

Quello che rimane dell'antico Acquedotto
Romano. Nella foto a destra la parte
superiore dell'acquedotto, dove č ancora visibile una parte del condotto dove 
defluiva l'acqua.

Acqedotto Romano



 

Chiesa di Camporege

Camporege:
Nella chiesetta di S.Francesco, conserva
tracce di strutture romanico-gotiche, segno dell''esistenza di un castello e un villaggio oggi scomparsa. All'interno della chiesa era conservata una cassetta lignea 
quattrocentesca con gli stemmi della famiglia Chiavelli e contenente le ossa di Chiavello Chiavelli e sua moglie Livia che venne poi trasportata nel 1929 nella chiesa del monastero di S. Maria di Val  di Sasso. 

Interno Chiesa di Camporege



 

Home
Fabrianoedintorni

Foto antiche

Storia di fabriano

Il palio

Dintorni di fabriano

Artisti fabrianesi

Piatti tipici

Annunci Gratuiti

Turismo

 

Misteri

Storia della lira

Storie dei lettori

   

Hit Counter