La storia del Giano ( Janus )

(Clicca sulla foto per ingrandire)
Fiume Giano  Clicca per ingrandire

Janus: Il Nume Janus dio de' Gentili è rappresentato con due facce una davanti e l'altra dietro
          chiamato per questo dio bifronte, si credeva fosse il dio di tutto il mondo.
Jani:    Volte, portici fatti a volta erano detti così perchè si credeva che il dio Janus presiedesse
           a tutte le strade e le porte.

Il fiume Giano nasce dal monte Maggio, le sue fonti sono raggiungibili da Cancelli.
Da questo vitale corso d'acqua per mezzo di apposite chiuse si ricavarono i vallati, uno dei quali
è il
vallato cupo, costruito per iniziativa di Alberghetto I  Chiavelli ( presso la piazza del mercato)
Nei primi decenni del secolo XIII , una popolazione numerosa si era raccolta, sopratutto ad 
esercitare il commercio e l'industria sulla riva sinistra del Giano sonante di gualchiere, aldilà della
vasta piazza del mercato che si avviava a diventare uno dei centri della vita cittadina, formando
così il primo ed il più importante dei borghi " il burgus Sancti Nicolai ".
Il fiume attraversa tutta la città passando sotto diversi ponti:

Il ponte dell'Aèra, antica costruzione oggi non più visibile a causa della copertura del fiume fu attribuita dal Vasari ( di cui
                               ne destò l'ammirazione) a Bernardo Rossellino. Datata sec XV ma sicuramente anteriore forse del
                               sec. XIII.  Il ponte è costituito da poderose volte a crociera che poggiano su un unico pilastro rostrato
                               che unisce le due sponde del  fiume Giano. Il Sassi suppone che il tardivo nome di Aèra sia derivato da
                               un errata pronuncia del latino aera= metalli; infatti sul ponte esisteva l'officina di un fabbro, menzionata
                               negli antichi statuti del Comune.
Il ponte della stazione:quello attuale è del 1946, sostituisce il precedente, costruito negli anni venti e fatto saltare dai tedeschi.
Il ponte della Canizza, così chiamato perchè sotto i suoi arche c'era il canile municipale.
Il ponte delle Moline, molto antico e recentemente ristrutturato.

Home
Fabrianoedintorni

Foto antiche

Storia di fabriano

Il palio

Dintorni di fabriano

Artisti fabrianesi

Piatti tipici

Annunci Gratuiti

Turismo

 

Misteri

Storia della lira

Storie dei lettori

   

Hit Counter